Come Vedono i Gatti e Che Colori Sanno Distinguere?

I fatti più interessanti e insoliti sulla misteriosa visione del gatto.
Da Alessandro Verratti
Alessandro Verratti
Recensito da Alessandro Verratti
Autore
Dopo aver adottato il suo primo membro peloso della famiglia, Alessandro Verratti ha sviluppato un profondo interesse per gli animali domestici e le loro esigenze. Con un ba Leggere più
Fatto Controllato Fabio Rossi
Fabio Rossi
Recensito da Fabio Rossi
Consulente Esperto
Fabio è appassionato di animali domestici. Lavora con gatti, cani, uccelli, roditori e rettili fin da quando ero bambino. Con il crescere della sua passione per gli animali Leggere più
Aggiornato Set., 2023
Aggiornato Set., 2023
PetsPro è supportato dal lettore. Possiamo guadagnare una commissione attraverso i prodotti acquistati utilizzando i link in questa pagina. Scopri di più sul nostro processo qui

Che cos’è a rendere la vista dei gatti davvero eccezionale? I gatti di certo sono famosi per loro vista davvero acuta e per la loro capacità di vedere quando c’è buio, ma come vedono i gatti? I gatti hanno un’acutezza visiva 7 volte superiore a quella degli esseri umani. Gli occhi dei gatti guardano in un’unica direzione, quindi il loro campo visivo è situato in posizione centrale, il che consente loro di valutare bene la distanza degli oggetti e la loro velocità di movimento.

I gatti riconoscono meglio gli oggetti in movimento orizzontale rispetto a quelli statici. Inoltre, la vista di un gatto è molto ampia: può raggiungere i 200-270 gradi. Alcune razze di gatti (siamesi, abissini e orientali) possono vedere un’immagine panoramica. Gli oggetti centrali di questa immagine saranno visti chiaramente, mentre gli oggetti alla periferia saranno sfocati.  Continuate a leggere per scoprire tutto ciò che c’è da sapere sulla vista felina, sia che amiate i gatti sia che siate semplicemente curiosi del mistero che sta dietro alla vista dei questi animali.

Quali sono i colori che vedono i gatti?

Gli esseri umani e i gatti hanno prospettive molto diverse del mondo. Solo alcune tonalità di verde e blu possono essere percepite da loro, poiché la loro vista dipende dalla percezione dei contrasti e del movimento. Ciò è dovuto al fatto che i loro occhi hanno più bastoncelli, responsabili di rilevare sottili differenze di luminosità e contrasto, e meno coni, responsabili della percezione dei colori.

Ciò è dovuto a una serie diversa di fotorecettori nella retina. I recettori che fanno sì che l’occhio “veda” i colori sono chiamati coni. Ai gatti mancano i coni che assorbono alcuni segnali cromatici, in particolare non sono in grado di percepire le sfumature di rosso, arancione e marrone. Gli occhi dei gatti non distinguono tra bianco, viola e giallo e riescono a malapena a “vedere” la differenza tra blu e azzurro. Gli occhi dei gatti sono più ricettivi al verde, al blu e al grigio. Poiché vedono meglio di tutti questi colori, il mondo assume una tonalità grigio-bluastra dal punto di vista del gatto e il sole assume una tonalità verde-blu.

I gatti percepiscono meglio il grigio – i loro occhi distinguono più di venti sfumature di grigio, perché è il colore della selvaggina che cacciano in natura (topi, ratti e alcuni uccelli).

Ciononostante, i gatti hanno sviluppato la loro visione per soddisfare le loro esigenze specifiche. Poiché i loro occhi hanno più bastoncelli rispetto a quelli degli esseri umani, possono, ad esempio, vedere meglio al buio. Ciò indica che, sebbene i gatti non siano in grado di rilevare i colori in condizioni di scarsa illuminazione, sono comunque in grado di vedere.

Il mondo attraverso gli occhi dei gatti: come lo vedono

Capire che tipo di visione Fonte affidabile Il mondo visto con gli occhi di un gatto:<br />un libro per sorridere e commuoversi - la Repubblica “Sette vite e un grande amore” di Lena Divani ha strappato sorrisi, risate e lacrime nella Grecia devastata dalla crisi economica. L’autrice: “E www.repubblica.it hanno i gatti non è poi così difficile. Basta guardare una foto sfocata e sbiadita. Tuttavia, possono riconoscere facilmente i loro padroni da qualsiasi distanza, guardare alcuni programmi televisivi con grande entusiasmo e lottare con il loro riflesso nello specchio con grande divertimento.

Specchio

Il proprio riflesso Fonte affidabile Come si comportano i gatti davanti a uno specchio? E’ stato l’etologo Gordon Gallup negli anni Settanta del secolo scorso, a sviluppare il «test dello specchio» per misurare le facoltà cognitive dei primati. www.corriere.it fa esplodere il cervello dei gatti. Non lo associano a se stessi e, nel tentativo di ottenere maggiori informazioni sull’avversario attraverso l’olfatto e il tatto, non trovano nulla. Per questo motivo, la realtà e l’aspettativa entrano in conflitto tra loro, inducendo l’animale a sibilare e a difendersi per sicurezza.

TV e altri schermi

I programmi trasmessi in televisione sono orientati verso gli esseri umani. Il più delle volte vengono trasmessi a 24 fotogrammi al secondo, una velocità molto inferiore alla percezione del gatto. Su alcuni canali a pagamento e sugli schermi dei telefoni si trova una frequenza d’immagine di 60 Hz: è qui che i gatti sono più interessati.

La frequenza più alta (da 120 Hz) si trova nei computer da gioco. I modelli moderni possono raggiungere i 240 Hz, ma non tutti gli occhi umani sono in grado di rilevare la differenza. I gatti, invece, sono in grado di rilevare facilmente la differenza. Contrariamente a quanto si crede, gli esseri umani possono percepire molto di più di 24 fotogrammi al secondo, ma questo è il cambiamento a cui sono più abituati. Passando a una frequenza di fotogrammi più elevata, l’immagine che vedono sarà più fluida e realistica.

È come guardare gli attori che recitano sul palcoscenico di casa propria. Basta aumentare la frequenza di aggiornamento a 60 Hz. A un certo punto, l’occhio smetterà di notare la differenza e il limite sarà raggiunto.

Tornando ai nostri animali domestici, è importante notare che per loro la soglia inferiore è molto più alta. I gatti vedono i 24 fotogrammi standard come un’accozzaglia di immagini statiche. In questo caso, il loro interesse a guardare è spiegato dai suoni familiari.

Come vedono i gatti le persone?

Da una distanza ottimale per l’occhio di un gatto (1-6 metri), i gatti ci vedono come siamo, ma con colori diversi. Anche i gatti vedono i cani e gli altri animali allo stesso modo. Come già detto, questi animali non sono in grado di distinguere le tonalità del rosso, dell’arancione e del marrone, quindi vedono molte cose come grigio-blu. Il gatto vede male gli oggetti a distanza ravvicinata, quindi si affida al tatto e all’olfatto quando è a stretto contatto con gli esseri umani. Quando la persona è lontana, il gatto riesce a vedere solo la sagoma di una figura, ma riconosce il padrone dall’odore e dalla voce.

Come vedono i gatti al buio?

I gatti sono creature notturne e la loro vista è ideale per questo stile di vita. I gatti hanno una visione notturna eccezionale, per dirla in parole povere. Questi felini sono in grado di vedere in condizioni di scarsa illuminazione e, in alcune circostanze, persino nell’oscurità totale, grazie ai loro occhi estremamente specializzati.

La retina dei gatti è la chiave della loro visione notturna. La quantità di cellule a bastoncello nei loro occhi è molto più elevata che nei nostri. Per questo motivo, i gatti percepiscono la luce in modo più sensibile rispetto a noi. Possono anche ingrandire le pupille fino a 10 volte la loro dimensione normale, il che dà loro la capacità di raccogliere qualsiasi fonte di luce.

I gatti sono estremamente bravi a vedere al buio, ma non solo grazie alla retina. È presente anche il “tapetum lucidum”, un componente unico dell’anatomia dell’occhio del gatto che funge da specchio. I gatti possono vedere anche negli ambienti più bui grazie alla capacità di questa struttura di riflettere la luce che entra nell’occhio. Per un trasferimento sicuro ed ottimale del tuo gatto guarda anche i migliori trasportini per gatti.

Come vedono i gatti di giorno?

Durante il giorno, i gatti vedono il mondo in tonalità di blu, verde e grigio. Gli occhi di questi animali sono completamente insensibili allo spettro del rosso, quindi per loro anche il sole è blu-verde. Ma possono percepire fino a 50 lampi al secondo, il doppio della velocità di un fotogramma televisivo. Questo spiega l’amore di alcuni animali per la televisione: sono attratti da immagini statiche che cambiano rapidamente.

Vista del gatto e quella dell’uomo: differenze

Ci sono poi differenze anche tra la vista di noi umani e quella dei nostri amici a quattro zampe. Al contrario nostro i gatti vedono meglio al buio grazie ad un maggior numero di bastoncelli, che non sono altro che le cellule sensibili alla luce e che consentono una buona vista in contesti poco illuminati.

Come già riscontrato nei cani, noi umano abbiamo una maggior visione periferica e un migliore discernimento dei colori rispetto ai gatti, in quanto questi hanno solo due tipi di coni, ovvero le cellule sensibili ai colori, mentre negli umani ce ne sono di tre tipi. Se sei interessato a far divertire il tuo animale, prova i migliori giochi per gatti, che puoi trovare nella nostra guida completa.

Vista del gatto e la vista del cane: differenze

I cani e i gatti hanno una vista che differisce per molti aspetti. I cani, tendenzialmente, hanno una maggior capacità nell’individuare i movimenti rapidi grazie ad una visione periferica più sviluppata rispetto ai gatti. I cani, in più, sono capaci di una maggiore distinzione tra i colori rispetto ai gatti, a discapito però di una vista al buio di minor qualità.

Gli occhi di un gatto sono gli occhi di un animale notturno, mentre quelli di un cane sono gli occhi di un animale diurno. Il gatto è originariamente un predatore da appostamento, mentre il cane è un predatore da appostamento. Per questo motivo il gatto ha una vista così sviluppata e i suoi occhi sono così grandi. Tuttavia, entrambi gli animali sono ugualmente meno capaci di distinguere i colori rispetto agli esseri umani.

D’altra parte, i gatti vedono meglio in ambienti poco illuminati e hanno una vista Fonte affidabile Guarda il mondo con gli occhi di un gatto: le suggestive immagini di Nickolay Lamm - Focus.it Vi siete mai chiesti che aspetto abbia la realt per i felini di casa? Un artista americano si divertito a immaginarlo: ecco le sue rese grafiche. www.focus.it più nitida da vicino grazie alla loro capacità di focalizzare gli oggetti a breve distanza. Far sviluppare il senso del gioco al tuo gatto è fondamentale per la sua salute, PETTOM Giocattolo Interattivi è una valida scelta per questa ragione.

Anatomia degli occhi del gatto

L’anatomia degli occhi dei gatti affascina ed è interessante da esplorare. La loro forma, prima di tutto, è molto particolare: gli occhi hanno dimensioni enormi sono molto flessibile, ciò permette un’ottima visione da qualsiasi angolazione. Inoltre, i gatti hanno una struttura unica chiamata Tapetum lucidum, che si trova nella retina dell’occhio e riflette la luce. Questo strato aggiuntivo aiuta i gatti a vedere meglio in condizioni di scarsa illuminazione e amplifica la luce che entra nell’occhio.

Il Tapetum lucidum è anche responsabile della brillantezza degli occhi dei gatti, poiché riflette la luce in modo che sembrino luminosi e luminosi. Inoltre, la tonaca esterna dell’occhio del gatto, chiamata fibrosa, è molto spessa e resistente, il che aiuta a proteggere l’occhio da eventuali danni.

Infine, il gatto ha una pupilla verticale che si espande e si contrae rapidamente, il che consente loro di adattarsi rapidamente alle diverse condizioni di luce. Sviluppa i sensi del tuo gatto tramite Pfotenolymp Parco Giochi Gatti, un gioco completo per gli animali a quattro zampe.

Parte degli occhi Descrizione
Tonaca esterna (fibrosa) La parte più esterna si chiama tonaca esterna ed è costituita da tessuti fibrosi e altri tessuti di tipo connettivale. Questa tonaca più esterna si occupa di dare forma e protezione all’occhio.
Tonaca media (vascolare) La tonaca media è costituita da tessuto vascolare, questa fornisce nutrimento all’occhio. Contiene inoltre muscoli che controllano i movimenti degli occhi.
Tonaca interna (nervosa) C’è la tonaca interna, costituita da tessuto nervoso e questa contiene la retina e il nervo ottico. Questa specifica parte converte la luce in entrata in impulsi nervosi che vengono poi inviati al cervello per essere elaborati.

Malattie degli occhi dei gatti

Come le persone, anche i gatti possono sviluppare una serie di disturbi oculari che possono impedire la visione. Tra i problemi oculari più diffusi che affliggono i gatti ci sono la congiuntivite, le ulcere corneali, il glaucoma e la cataratta. Portare regolarmente il gatto a fare una visita oculistica è essenziale, soprattutto se si notano segni di occhi rossi, gonfi o che lacrimano. Inoltre, alcuni proprietari di gatti scelgono di indossare cappellini con visiera o occhiali da sole per proteggere gli occhi dei loro gatti dal sole.

FAQ

Concludendo, vi mostriamo alcune domande frequentemente chieste sull’argomento trattato. Con queste potrete sicuramente sciogliere alcuni dubbi che avete circa la vista dei felini più amati al mondo e sui metodi per salvaguardarne la piena vista.

I gatti vedono meglio da lontano o da vicino?

I gatti godono di una visione davvero nitida grazie alla loro specifica capacità di individuare movimenti rapide e tutti gli oggetti lontani da loro. Nonostante ciò, perdono in qualità della visione sulle corte distanze e faticano a vedere ciò che sta davanti al loro stesso naso. È importante tenere conto di questa caratteristica quando si gioca con il gatto, poiché potrebbe avere difficoltà a cogliere oggetti troppo vicini. Per trasportare il tuo gatto in sicurezza guarda i migliori passeggini per gatti con nostra guida all’acquisto.

Come prendersi cura della vista del gatto?

Ci sono diverse azioni che potete fare nella vostra routine regolare per mantenere la vista del vostro gatto. Innanzitutto, è fondamentale portare spesso il gatto dal medico per una visita oculistica. Un’attività fisica regolare e intensa, insieme a una dieta sana ed equilibrata, manterrà il vostro gatto in buona salute generale e preverrà i problemi agli occhi. Inoltre, assicurarsi che il vostro amico felino sia in un ambiente sicuro e accogliente ridurrà l’incidenza di lesioni agli occhi. Tenete sigarette, sostanze chimiche e altri oggetti pericolosi lontano dagli occhi del gatto.

Come si puliscono bene gli occhi del gatto?

Per pulire correttamente gli occhi del gatto, utilizzate una garza o un batuffolo di cotone imbevuto di acqua calda per pulire delicatamente l’area intorno all’occhio. Rivolgetevi subito al veterinario se il gatto presenta un’eccessiva secrezione oculare o cambiamenti nella forma degli occhi. Inoltre, è fondamentale evitare di dare al gatto prodotti per la pulizia degli occhi che sono stati utilizzati su persone o altri animali, per evitare infezioni agli occhi. Per mantenere la salute e la luminosità degli occhi del vostro gatto, assicuratevi di adottare queste misure.

Inoltre, è fondamentale tenere presente che alcuni tipi di gatto, in particolare le varietà brachicefale come il Persiano o il British Shorthair, sono particolarmente inclini a problemi agli occhi. In queste situazioni, si consiglia di tenere sotto controllo la vista e di portarli dal veterinario con maggiore regolarità. Infine, ricordate che la salute degli occhi del vostro gatto è una componente importante della sua salute generale e non dovrebbe mai essere trascurata. È possibile mantenere la vista del gatto in ottime condizioni per molti anni fornendo un trattamento costante e appropriato.

Nostro Verdetto

Per concludere, come vedono i gatti? i gatti hanno una vista migliore di quella umana in termini di capacità di rilevare il movimento, di vedere in condizioni di scarsa illuminazione e di avere un’ampia gamma di consapevolezza visiva in base alla loro architettura oculare. Sfortunatamente, hanno una visione scarsa in presenza di luce forte e non sono in grado di percepire diversi colori, tra cui il rosso, il marrone e l’arancione. È essenziale portare regolarmente i gatti dal veterinario e fornire loro un ambiente sicuro e confortevole per prendersi cura della loro vista.

Riferimenti

1.
Il mondo visto con gli occhi di un gatto:<br />un libro per sorridere e commuoversi - la Repubblica
“Sette vite e un grande amore" di Lena Divani ha strappato sorrisi, risate e lacrime nella Grecia devastata dalla crisi economica. L’autrice: “E
2.
Come si comportano i gatti davanti a uno specchio?
E’ stato l’etologo Gordon Gallup negli anni Settanta del secolo scorso, a sviluppare il «test dello specchio» per misurare le facoltà cognitive dei primati.
3.
Guarda il mondo con gli occhi di un gatto: le suggestive immagini di Nickolay Lamm - Focus.it
Vi siete mai chiesti che aspetto abbia la realt per i felini di casa? Un artista americano si divertito a immaginarlo: ecco le sue rese grafiche.
Commenti
+Aggiungere Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *