Perchè Il Gatto Fa La Pipì Sul Letto: I Motivi Principali

Scopriamo i motivi scatenanti perché il gatto fa la pipì sul letto
Da Alessandro Verratti
Alessandro Verratti
Recensito da Alessandro Verratti
Autore
Dopo aver adottato il suo primo membro peloso della famiglia, Alessandro Verratti ha sviluppato un profondo interesse per gli animali domestici e le loro esigenze. Con un ba Leggere più
Fatto Controllato Fabio Rossi
Fabio Rossi
Recensito da Fabio Rossi
Consulente Esperto
Fabio è appassionato di animali domestici. Lavora con gatti, cani, uccelli, roditori e rettili fin da quando ero bambino. Con il crescere della sua passione per gli animali Leggere più
Aggiornato Feb., 2023
Aggiornato Feb., 2023
PetsPro è supportato dal lettore. Possiamo guadagnare una commissione attraverso i prodotti acquistati utilizzando i link in questa pagina. Scopri di più sul nostro processo qui

Avere un gatto è una gioia quotidiana, li adoriamo e perdoniamo loro anche i comportamenti più strani. Tuttavia, ogni tanto vi sono dei comportamenti assolutamente incomprensibili, fastidiosi e alle volte frustranti. Ad esempio, è per noi difficile capire perché alle volte il nostro gatto fa la pipì sul letto, causandoci non pochi problemi e grattacapi. Può infatti capitare che per quanto ci sforziamo, il gatto continui ad adottare tale comportamento, ci rendiamo conto vi possa essere un fattore scatenante tale fenomeno, ma ovviamente senza le informazioni adeguate ci troviamo sprovvisti di soluzioni, oppure potremmo incappare in soluzioni sbagliate per la salute del gatto, ottenendo risultati contrari alle nostre aspettative. Per questo motivo, cercheremo di scoprire insieme il perché di questo comportamento e di darvi utili consigli su come evitarlo.

Perché i gatti fanno la pipì sul letto?

Innanzitutto, occorre sottolineare che vi possono essere molteplici spiegazioni sul perché il micio ci fa la pipì nel letto, alcune possono essere psicologiche, altre riguardanti le abitudini del gatto e altre ancora fisiologiche. Per quanto riguarda le cause psicologiche, il gatto fa la pipì fuori dalla lettiera come sintomo di stress: il vostro micio potrebbe soffrire di ansia da separazione e procedere a fare i suoi bisogni nel letto ogni volta che si sente abbandonato e quindi insicuro senza la vostra presenza. Altre cause psicologiche possono essere la presenza di estranei o altri animali in luoghi ristretti che rendono il nostro gatto poco a suo agio, o l’introduzione di un nuovo gatto in casa, che potrebbe aver generato una sensazione di insicurezza nel nostro micio.

Altre volte, potrebbe essere una questione di cambio di abitudine o ambiente: i gatti, si sa, sono creature abitudinarie e territoriali che non amano grandi cambiamenti, pertanto un trasloco o un cambio di mobilio in casa potrebbero aver creato un grosso scombussolamento nelle coordinate del nostro gatto, innescando una tale reazione.

Ancora, se il nostro gatto non si sente a suo agio con la lettiera attuale, sia perché troppo spora sia perché magari si è cambiata la sabbia, potrebbe fare la pipì sul letto in assenza di altri luoghi disponibili. Altre volte il gatto potrebbe soffrire di malattie urinarie e renali che lo portano a urinare in modo incontrollato, per cui anche sul nostro letto. In ogni evenienza, tuttavia, va ricordato che per il gatto il nostro letto è un luogo importante, in cui giaciamo per molte ore durante la notte (tempo in cui spesso i gatti sono attivi) e pertanto associano tale luogo a noi e al nostro odore. Ciò per sottolineare come spesso il nostro rapporto col gatto causa o influisce su tale peculiare comportamento.

L’importanza di trasmettere sicurezza al proprio gatto

Per quanto detto sopra, se vi accorgete che il gatto presenta segnali di insicurezza, accompagnati dalla pipì nel letto, potrebbe essere un chiaro problema psicologico, legato all’assenza di figure che ispirino stabilità e sicurezza nel nostro felino. Cercate pertanto di dedicare al gatto più attenzioni, dedicando parte del tempo nella vostra giornata al gioco e alle carezze con il nostro felino preferito. E’ anche consigliabile giocare con il gatto nel letto, in modo tale che possa associare tale luogo al gioco e non all’evacuazione.

I gatti sono animali protettivi, e ciò ad esempio spiega perché i gatti ci seguono in bagno, pertanto si aspettano che noi agiamo in modo simile.

Se invece abbiamo introdotto un nuovo gatto in casa, assicuriamoci che i nostri mici abbiano adeguato spazio per sé, senza doverlo condividere eccessivamente con l’altro: ciò aumenterà la loro sensazione di comfort. E ancora, se abbiamo appena traslocato e il nostro gatto non riconosce più il suo ambiente, è opportuno aiutarlo mediante la diffusione di un ormone felino Fonte affidabile Cosa sono e come funzionano i feromoni del gatto I gatti spesso si strofinano sul proprietario o sugli oggetti, per lasciare la “firma” su ciò a cui tengono. Come dire: “State alla larga! www.focus.it , che renderà l’ambiente un po’ più familiare per il nostro micio.

Come proteggere il letto dall’urina del gatto

Fortunatamente, nell’attesa che il nostro amato micio cambi le proprie abitudini o si adatti ad un nuovo ambiente, possiamo procedere a proteggere il nostro letto mediante l’utilizzo di un telo impermeabile, che eviterà all’urina di infiltrarsi nei tessuti e nel materasso, causando il caratteristico intenso e cattivo odore. Possiamo inoltre far sì che il gatto associ il letto ad altre funzioni rispetto a quella di urinare, specie facendolo giocare sul letto, così da evitare tale associazione. O ancora, potremmo provare a spruzzare un repellente attorno al letto in modo da tenere il micio lontano. Tutto sommato, la soluzione più efficace (ma ovviamente non risolutiva) appare quella di proteggere il letto con un telo impermeabile, o addirittura alzare il materasso se possibile, eliminando di fatto la possibilità che i tessuti su cui dormiamo vengano a contatto con l’urina del nostro amato amico peloso.

E se fosse colpa della lettiera?

Certamente, i gatti sono creature estremamente pulite, non amano la sporcizia e tengono molto alla propria igiene. Pertanto potrebbero avere delle difficoltà a fare i propri bisogni in lettiere sporche o poco igieniche, dirigendosi paradossalmente al nostro letto in quanto per loro è un luogo complessivamente fresco, pulito e confortevole.

E’ per questo che si consiglia di pulire la lettiera almeno una volta al giorno e di cambiarla settimanalmente.

Allo stesso modo, è possibile che al gatto non piaccia la sabbia della lettiera che state usando: provatene di diversi tipi per vedere qual’è quella preferita dal vostro gatto. Da ultimo, nel caso abbiate più di un gatto in casa, assicuratevi che la lettiera sia sufficiente a soddisfare le esigenze dei gatti che avete: per ogni gatto infatti vi possono essere esigenze diverse e una soluzione potrebbe essere acquistare una lettiera in più, per avere maggiore comfort. Potete trovare molti consigli su come tenere una lettiera pulita ed igienizzata Fonte affidabile LETTIERA GATTO COME PULIRLA I gatti sono dei veri e propri maniaci della pulizia e non sopportano i cattivi odori. www.lalettiera.it per il nostro micio.

Altri motivi

Chiaramente, uno dei motivi che dovrebbe allarmarvi di più è la possibile presenza di malattie urinarie o infezioni che potrebbero essere causa di incontinenza. Specie se notate che il gatto urina un po’ in tutto il suo ambiente e non solo il letto, occorre rivolgersi immediatamente ad un veterinario per avere un quadro chiaro e completo di quanto sta succedendo. Tale comportamento potrebbe anche essere associato a quanto beve un gatto: se infatti vi accorgete che la pipì sul letto è associata ad un eccessivo abbeveraggio, ciò potrebbe richiedere l’attenzione del veterinario. Vi sono dunque degli indizi che ci possono rivelare se vi sono motivi più gravi sottostanti a tale fastidioso comportamento, che non vanno assolutamente trascurati.

Come mantenere la pulizia del letto

Se vi è capitato uno o più episodi in cui il gatto fa la pipì sul letto, occorre che procediate il prima possibile al lavaggio di coperte e lenzuola e alla sanificazione del materasso. Prodotti spray disinfettanti come BactPro e SimpleSolution permettono di sanificare e rimuovere macchie e odori del nostro animale dal letto e da altre superfici in generale. Sono effettivamente un’ottima soluzione se ci accorgiamo immediatamente che il gatto ha urinato sul letto o altri tessuti, e se spruzzato immediatamente potrebbe evitarci lunghe sessioni di lavaggio. In più, è importante disinfettare la superficie immediatamente per evitare la prolificazione di batteri che potrebbe verificarsi se il tessuto non è trattato.

FAQ

Di seguito le nostre risposte alle domande più frequenti su questo comportamento fastidioso del nostro micio.

Quali modifiche possono essere apportate all’ambiente per aiutare a prevenire questo comportamento nei gatti?

Innanzitutto, occorre sottolineare che i gatti, creature territoriali e abitudinarie, non amano proprio cambiamenti drastici nell’ambiente. Tuttavia, per farlo sentire più a suo agio potrebbe essere utile trovare soluzioni per ampliare le sue opzioni di movimento. I gatti possono scalare in verticale gli ambienti e amano arrampicarsi, pertanto provate ad installare delle mensole elevate e accessibili per il gatto, in modo da dargli uno spazio aggiuntivo per appollaiarsi. Chiaramente, se volete davvero evitare che il gatto faccia la pipì nel vostro letto, potete tenere il gatto lontano dal letto se non siete in casa, chiudendo la porta della camera se del caso. Un’altra valida soluzione, come accennato, potrebbe essere utilizzare spray agli ormoni felini, di tanto in tanto, nella casa. Così facendo il gatto potrebbe sentirsi più a suo agio anche mentre voi non siete a casa. Infine, assicuratevi sempre che la sua routine non interferisca con quella di altri gatti che avete a casa, e cercate sempre di valutare se è possibile ampliare gli spazi in cui vivono i gatti.

Come comunicano i gatti attraverso la minzione e cosa possono fare i proprietari per capire meglio i comportamenti dei gatti in questo senso?

Come accennato, i gatti urinano nel letto perché vogliono comunicarci un loro stato d’animo o sfogare il proprio stress. Non consideratelo assolutamente come un insulto e non cercate di correggere tale comportamento attraverso punizioni o urla: non farete altro che agitare e sovrastimolare ancora di più il micio, con il rischio di aggraverne il comportamento. Pensate invece se vi sono stati vostri comportamenti associabili nell’immediato alla minzione del gatto, e cercate di evitarli o di correggerli. Chiaramente, se non ritenete che tali soluzioni siano efficaci al cento per cento, potete sempre rivolgervi ad un veterinario o ad un esperto comportamentalista. Potrebbe essere anche legato alle esigenze dei gatti in base alla loro età.

Quali altre misure si possono adottare per impedire al gatto di urinare sul letto?

Non è ancora una pratica molto comune, ma è effettivamente possibile far visionare il proprio gatto da un esperto comportamentalista, che potrà consigliarvi su quali pratiche adottare per correggere tale comportamento. Contrariamente al pensiero comune secondo cui i “gatti fanno quello che vogliono”, in realtà i felini, se adeguatamente seguiti, possono essere addestrati in diverse misure e a diversi comportamenti. Pertanto, se il nostro micio tiene questi strani comportamenti, potrebbe in realtà essere una buona occasione per farlo visitare da uno specialista e saperne di più sulla sua psicologia ed esigenze Fonte affidabile Addestramento gatti La fase della socializzazione è tra quelle più delicate nella vita del nostro amico a quattro zampe. www.ilmiogattoeleggenda.it .

Conclusione

In definitiva, lungi dall’essere un comportamento semplicemente casuale, magari legato al comportamento di un animale quale il gatto, che spesso (e erroneamente) è ancora visto come una creatura dispettosa, volitiva e capricciosa, i motivi del perché il gatto fa la pipì sul letto sono in realtà più profondi e ci possono coinvolgere direttamente. Come visto, in una moltitudine di casi tali comportamenti sono associati con problemi relazionali, psicologici e comportamentali relativi al rapporto che lega il gatto al suo padrone o al suo spazio. Altre volte è causato dalla mancanza di igiene relativa alla lettiera, che in definitiva è anch’essa una nostra responsabilità. Ironico a sufficienza, in casi come questo è proprio il nostro micio ad insegnarci le sue esigenze e la sua concezione di igiene, e non il contrario.

Riferimenti

1.
Cosa sono e come funzionano i feromoni del gatto
I gatti spesso si strofinano sul proprietario o sugli oggetti, per lasciare la “firma" su ciò a cui tengono. Come dire: “State alla larga!
2.
LETTIERA GATTO COME PULIRLA
I gatti sono dei veri e propri maniaci della pulizia e non sopportano i cattivi odori.
3.
Addestramento gatti
La fase della socializzazione è tra quelle più delicate nella vita del nostro amico a quattro zampe.
Commenti
+Aggiungere Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *