Forfora Cane: Cosa Fare Puntini Bianchi Sul Pelo?

Scopriremo perchè il cane ha la forfora e cosa fare nei casi di puntini bianchi sul pelo.
Da Alessandro Verratti
Alessandro Verratti
Recensito da Alessandro Verratti
Autore
Dopo aver adottato il suo primo membro peloso della famiglia, Alessandro Verratti ha sviluppato un profondo interesse per gli animali domestici e le loro esigenze. Con un ba Leggere più
Fatto Controllato Fabio Rossi
Fabio Rossi
Recensito da Fabio Rossi
Consulente Esperto
Fabio è appassionato di animali domestici. Lavora con gatti, cani, uccelli, roditori e rettili fin da quando ero bambino. Con il crescere della sua passione per gli animali Leggere più
Aggiornato Mag., 2023
Aggiornato Mag., 2023
PetsPro è supportato dal lettore. Possiamo guadagnare una commissione attraverso i prodotti acquistati utilizzando i link in questa pagina. Scopri di più sul nostro processo qui

I nostri amici a quattro zampe possono essere interessati da un fenomeno piuttosto comune anche per gli umani, ovvero la formazione di forfora. Sebbene sia una condizione il più delle volte innocua e facilmente risolvibile tramite prodotti specifici, essa può talvolta essere il sintomo di qualcosa di più grave. In questo caso, sarà necessario l’intervento del veterinario per risolvere la situazione della forfora cane nel migliore dei modi.

Per capire meglio questo fenomeno ne abbiamo analizzato le cause, i sintomi e i rimedi più efficaci da mettere in pratica fin da subito, per supportare i lettori che devono prendersi cura del proprio compagno peloso domestico.

Cos’è la forfora nei cani?

La forfora nel cane, tecnicamente seborrea secca, è dovuta a un deficit delle ghiandole sebacee che ricoprono lo strato più superficiale della sua cute. Tali ghiandole sono responsabili della produzione di sebo, una sostanza destinata a proteggere la pelle dalle aggressioni esterne. Quando vi è una produzione eccessiva di sebo ne consegue irritazione e desquamazione dell’epidermide, con episodi di muta sopra il livello normale.

Come si manifesta la forfora nel cane?

La forfora si riconosce facilmente quando riscontriamo dei puntini bianchi sul pelo del cane. Tuttavia, questo sintomo è spesso accompagnato da altre manifestazioni, proprio perché può essere l’espressione di un disagio patologico in atto nell’animale.

Oltre alle scagliette bianche sul pelo, la forfora cane può essere accompagnata da irritazioni e rossori della pelle, prurito, zone dove il pelo manca o è diradato, croste.

Nei casi di correlazione con patologie più serie, si possono riscontrare cambiamenti nell’umore e nel comportamento del pet quali stanchezza, inappetenza e astenia.

Forfora cane: cause

A questo punto sorge spontaneo domandarsi perchè il cane ha la forfora. Non vi è una risposta univoca a questa domanda poiché la seborrea secca può essere legata a molte cause di diversa origine. La maggior parte di esse sono condizioni comuni di carattere temporaneo, risolvibili con semplici cambiamenti nello stile di vita e nella cura quotidiana. Altre volte la causa è più seria e richiede un intervento specialistico.

Allergie

Una delle prime causa da indagare riguarda allergie e intolleranze. Quando il cane presenta forfora accompagnata da prurito e infiammazione è molto probabile che sia un caso di dermatite scatenata dal contatto o dall’ingestione di sostanze tossiche e nocive per la sua salute. L’allergia forfora cane può essere scatenata da allergeni di vario tipo, tra i più comuni troviamo il polline e particolari alimenti,

Acari Cheyletiella

Di frequente le scagliette bianche sul pelo sono dovute a parassitosi, da parte di acari, pulci e zecche. Molto fastidiosi sono in particolare gli acari Cheyletiella, i quali si annidano tra le maglie del pelo e depongono lì le loro uova, provocando un forte prurito e irritazioni di vario livello sulla cute del cagnolino.

Infezioni batteriche e fungine della pelle

Quando l’organismo dell’animale è attaccato da virus e batteri, è frequente che si manifestino dermatiti o infiammazioni della pelle.

Infatti, le problematiche a livello della cute sono fra i principali sintomi di infezioni causate da funghi e batteri.

Tale condizione può comportare altri sintomi e la forfora può essere un campanello d’allarme da attenzionare rivolgendosi al proprio veterinario di fiducia.

Disidratazione

La forfora può essere dovuta all’eccessiva secchezza delle pelle, che tende a desquamarsi con maggiore facilità, come conseguenza di uno stato di disidratazione. È buona norma assicurarsi che il cane beva la giusta quantità d’acqua, soprattutto se si vive in zone molto calde con scarso livello di umidità.

Dieta scadente

La disidratazione può essere altresì dovuta a un’alimentazione povera degli adeguati nutrienti. Un adeguato apporto di acqua, vitamine, grassi e sali minerali è necessario al buon funzionamento dell’organismo. Tali sostanze possono essere introdotte tramite i giusti alimenti. Per evitare di ritrovarsi con il cane con forfora bisogna scegliere accuratamente i cibi per la pappa. A tal proposito nella nostra guida sulle migliori crocchette dietetiche per cani è contenuta un’interessante analisi sui parametri da valutare quando si leggono le etichette, così da individuare le soluzioni più complete e adeguate.

Condizioni di salute

Alcune patologie del cane possono annoverare tra i sintomi anche la forfora, fra questi vi sono malattie endocrine, come ipotiroidismo e squilibri ovarici, malattie autoimmuni come la pemfigo, altri disturbi metabolici, seborrea dei cuccioli, malassezia e altri. Tali circostanze richiedono esami approfonditi al fine di individuare la giusta terapia medica.

Può capitare, inoltre, che quando i nostri pet sono malati o hanno delle ferite, non sia possibile fargli il solito bagnetto con l’acqua, di conseguenza la scarsa igiene può causare dermatiti e quindi forfora sul pelo. Per ovviare a tali problematiche è sempre utile munirsi di uno shampoo secco, idoneo anche per i gattini impauriti dall’acqua.

Abbiamo affrontato la tematica nel nostro approfondimento sui migliori shampoo a secco per gatti per conoscere tutti i vantaggi di questo tipo di prodotto per lavaggio. In più, dalla recensioni emerge che molti utenti apprezzano M’ MA PETS Shampoo a Secco per Gatti, sia per cani che felini, per la sua profumazione piacevole e la facilità d’uso in tutte le condizioni.

Stress

Gli animali possono vivere condizioni di disagio psicologico così come gli umani. I fattori sono molteplici e per lo più legati a cambiamenti, spostamenti, l’ingresso di un nuovo pet in casa. Lo stress nei cani Fonte affidabile Stress, colpisce anche i cani e ingrigisce i loro peli Non solo gli uomini, ma persino i cani rischiano di veder comparire prematuramente dei peli bianchi se sono particolarmente impulsivi ed ansiosi. www.repubblica.it può causare alcuni sintomi comportamentali ma anche fisici, come ad esempio desquamazione e forfora.

Leishmaniosi

La leishmaniosi Fonte affidabile Obiettivi e finalità I contenuti di queste pagine web sono intesi e destinati all’aggiornamento culturale dell’attività del medico veterinario. www.gruppoleishmania.org è una condiziona patologica molto seria, la quale può comportare importanti conseguenze per l’animale. Essa è provocata dall’attacco di insetti, i pappataci, e richiede le cure immediate da parte del veterinario. La forfora cane leishmaniosi è solitamente accompagnata da altra sintomatologia come diarrea, vomito e febbre.

Forfora nel cane e alimentazione

L’alimentazione è la componente decisiva per il mantenimento della buona salute di ogni cane. La dieta va regolata in base alle esigenze specifiche dell’animale, monitorando che egli riceva il giusto apporto di nutrienti, in particolare Omega 3 Fonte affidabile Omega-3 e Omega-6 nel cane e nel gatto: cosa sono, a cosa servono e quando sono utili Uno degli argomenti relativi all’alimentazione del cane e del gatto per cui i proprietari hanno maggior interesse, anche “trascinati” dall’interesse per la questione in medicina umana, sono gli Omega 3. Si tratta di acidi grassi, in generale, utili per la salute del cane e del gatto, per diversi aspetti, in particolare legati alle patologie. valerioguiggi.it e vitamine del gruppo B. Di conseguenza, per evitare la forfora cane crocchette di qualità sono indispensabili, valutando eventualmente l’aggiunta di integratori specifici.

Come si arriva alla diagnosi di forfora nel cane?

Nel momento in cui si noti un cambiamento nello stato della pelle e del pelo, accompagnati da forfora e intenso prurito da parte del cagnolino, bisogna recarsi dal veterinario. Egli procederà alla visita approfondita volta ad individuare le cause di tali manifestazioni.

In particolare, il medico può intervenire attraverso l’esame del nastro adesivo attraverso il quale prelevare le scagliette ed esaminarle al microscopio.

In alternativa, nei casi più gravi, lo specialista può richiedere un test più approfondito direttamente su una porzione di cute rimossa con bisturi.

Come togliere la forfora al cane?

Dopo averne esaminato le cause, si può procedere a capire come togliere la forfora al cane.

  1. In primo luogo, occorre spazzolare quotidianamente il pelo per liberarlo da particelle di sporco e dal sebo in eccesso. Nell’approfondimento sulle migliori spazzole per cani a pelo corto e a pelo lungo sono inseriti tutti gli elementi importanti per scegliere l’accessorio più efficace in base al tipo di pelo del proprio cane.
  2. In secondo luogo, sono importanti il bagno e la tolettatura periodica, utilizzando prodotti specifici non aggressivi. Sarà il veterinario a consigliare oli naturali, creme lenitive e shampoo specifici per contrastare la forfora del cane.

Come curare e prevenire la forfora al cane?

La cura della forfora può avvenire su due livelli: su base topica, adottando prodotti di igiene specifici, e sintomatica in relazione alla causa che l’ha provocata. Ogni patologia richiede una terapia specifica in grado di risolvere il problema alla base.

Prima di doversi occupare di forfora cane rimedi vale la pena occuparsi della prevenzione scegliendo una valida spazzola come Candure Spazzola per Cani, apprezzata per i suoi dentini tenaci in grado di sciogliere bene i nodi. Infine, è opportuno seguire una dieta equilibrata Fonte affidabile Che cosa dare da mangiare al cane La consapevolezza che una corretta alimentazione alla base della salute e del benessere dei nostri animali domestici, ormai radicata tra i veterinari. www.focus.it e proteggere il pet con antiparassitari.

Forfora nel cane rimedi naturali e casalinghi

Allo scopo di risolvere la forfora cane rimedi naturali alla portata di tutti sono un’ottima scelta, qualora la forfora non sia legata a condizioni più gravi. Per la forfora cane rimedi casalinghi più adottati sono l’aceto e gli oli. Si prepara una soluzione per forfora cane aceto di mele più acqua, da strofinare periodicamente con un panno pulito sul corpo del cane.

In caso di desquamazione per disidratazione ungere la pelle con olio d’oliva o olio di lino apporta un buon nutrimento risolvendo il problema.

Nostro Verdetto

Come abbiamo visto in questo approfondimento, la condizione della seborrea secca che provoca scagliette e puntini bianchi sul pelo del cane, può essere attribuita a un’ampia gamma di cause. Ciò significa che non è sempre immediato capire come trattarla, soprattutto se si tratta di un cucciolo o di un nuovo arrivato in casa.

Talvolta è necessario consultare il parere del veterinario, ma oltre a questo per contrastare la formazione di forfora cane va curato ogni giorno nel migliore dei modi. Occuparsi della sua alimentazione e delle attività di igiene quotidiana, appaiono i due elementi principali per garantire il mantenimento del suo benessere.

Riferimenti

1.
Stress, colpisce anche i cani e ingrigisce i loro peli
Non solo gli uomini, ma persino i cani rischiano di veder comparire prematuramente dei peli bianchi se sono particolarmente impulsivi ed ansiosi.
2.
Obiettivi e finalità
I contenuti di queste pagine web sono intesi e destinati all’aggiornamento culturale dell’attività del medico veterinario.
3.
Omega-3 e Omega-6 nel cane e nel gatto: cosa sono, a cosa servono e quando sono utili
Uno degli argomenti relativi all’alimentazione del cane e del gatto per cui i proprietari hanno maggior interesse, anche “trascinati” dall’interesse per la questione in medicina umana, sono gli Omega 3. Si tratta di acidi grassi, in generale, utili per la salute del cane e del gatto, per diversi aspetti, in particolare legati alle patologie.
4.
Che cosa dare da mangiare al cane
La consapevolezza che una corretta alimentazione alla base della salute e del benessere dei nostri animali domestici, ormai radicata tra i veterinari.
Commenti
+Aggiungere Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *